Pulsation e la Meditazione Dinamica (di Aneesha Dillon)

Le cinque fasi della Meditazione Dinamica di Osho
Le cinque fasi della Meditazione Dinamica di Osho

Ho sperimentato assiduamente la Meditazione Dinamica su me stessa e sui miei clienti negli ultimi 25 anni e vorrei condividere, dal mio punto di vista di terapista reichiana, quanto sia stata di supporto nel metodo di crescita personale che ho creato, “Osho Pulsation”. Questo approccio è basato sulle tecniche terapeutiche del respiro, del lavoro col corpo e dell’espressione emozionale sviluppate da Wilhelm Reich negli anni ‘30 e ‘40, e riscoperte negli anni ‘60 e ‘70 dai “Neo-Reichiani”.

Quando provai la Meditazione Dinamica la prima volta rimasi stupita di aver scoperto un mistico orientale che combinava la catarsi e l’espressione con la meditazione. Ho spesso notato un qualcosa di significativo nella mia terapia personale e con i miei clienti: dopo una sessione di profondo e intenso rilascio emozionale si apriva uno spazio interiore di silenzio e accettazione insieme a un flusso di energia più libero. Questi momenti sono per me i più importanti della sessione.

Quello che mi ha immediatamente colpito della Meditazione Dinamica è che nella sua struttura c’è qualcosa di molto simile alle ”fasi bioenergetiche” di carica e scarica che avvengono nel lavoro di rilascio emozionale in Pulsation:

1 – il respiro carica il corpo di energia;

2 – le tensioni muscolari iniziano a evidenziarsi mentre il corpo cerca di contenerle o bloccarle;

3 – la catarsi, o rilascio emozionale, avviene quando il corpo rilascia l’energia attraverso suoni e spontanei movimenti espressivi, non riuscendo più a contenerla;

4 – il rilassamento subentra, infine, quando l’energia, una volta rilasciata, fluisce attraverso l’intero corpo.

La catarsi emozionale prende origine dal medesimo principio bioenergetico che è alla base dell’orgasmo sessuale. Nell’orgasmo l’energia arriva a un picco di eccitazione e viene scaricata specificamente attraverso i genitali. Nel rilascio emozionale l’energia viene scaricata attraverso ogni centro del corpo, ma il principio di carica e scarica è lo stesso. Reich scoprì che ogni volta che reprimiamo l’espressione di qualsiasi emozione o blocchiamo il fluire della nostra naturale energia vitale, contemporaneamente diminuisce la nostra capacità di gratificarci con l’orgasmo sessuale (ma accade anche il contrario).

Se reprimiamo la nostra energia sessuale, diventiamo nello stesso momento come “morti” o bloccati emozionalmente, tesi nel corpo e più rigidi nella nostra struttura caratteriale.

La repressione inizia quando rinneghiamo un sentimento o una sensazione che ci viene insegnata dai nostri genitori come inaccettabile. Dalla nascita in poi riceviamo una lista infinita di cose da fare e non fare che diventano il nostro condizionamento. La Meditazione Dinamica è un modo efficace e tutto sommato sicuro per scuotere i vecchi schemi di condizionamento e creare spazio per esprimere le emozioni represse provenienti dal passato. Una volta espressi, le tensioni e i blocchi del corpo (che Reich chiamava “l’armatura muscolare”) si dissolvono, i muscoli si rilassano e l’energia può tornare a fluire di nuovo. In quel frangente entrare in uno spazio di presenza, osservazione e meditazione profonda non richiede alcuno sforzo, avviene in maniera semplice e naturale.

La Meditazione Dinamica pulisce il sistema energetico in maniera molto efficace in quanto attiva il naturale effetto biologico della Formula Orgasmica, il processo di tensione bioenergetica e rilascio descritto da Reich.

La pratica regolare della Meditazione Dinamica è il miglior modo che conosco per mantenere una naturale qualità orgasmica che definisco “fitness energetico”. Con questo intendo la capacità dell’organismo di arrendersi senza controllo alle onde delle sensazioni, siano esse sessuali o emozionali. La capacità di dare e ricevere energia, di fluire all’interno e all’esterno, verso il mondo, senza ostacoli e con grazia, crea un ambiente orgasmico nel quale ogni parte del corpo è in relazione con ogni altra, migliorando il senso di totalità e integrazione. Sperimentare questa totalità orgasmica è motivo di grande festa!

La Meditazione Dinamica è uno strumento unico per creare spazio per quella gioia e celebrazione che sorgono naturalmente quando si è in uno stato di grande e profonda vitalità. Nel modello di Reich manca questa fase: il rilassamento c’è, e con esso anche il piacere e una sorta di appagamento sessuale attraverso il corpo, ma la beatitudine e la fragranza della meditazione non fanno parte di questa esperienza. Per questo motivo trovo la visione di Osho di terapia e meditazione così importante: viene dato spazio allo spettro completo dell’energia umana, dalle radici della natura animale alle ali dell’energia più sottile e divina.

A volte le persone osservano che anche il jogging e gli esercizi aerobici muovono tanta energia, più profondamente che il respiro, e lasciano una sensazione di freschezza e di benessere e allora perché non fare questi invece della Dinamica? Ci sono delle ragioni importanti. Una è che nella Dinamica il respiro è profondo e veloce, ma anche caotico. Questa qualità caotica del respiro, la catarsi seguente e la fase dello “HU” sciolgono i vecchi schemi fissi di tensione muscolare e controllo.

Il jogging tende a essere regolare, quasi robotico, e in quella regolarità manteniamo i nostri vecchi schemi, che semplici esercizi di aerobica non possono scalfire. Inoltre, il ciclo di carica e scarica del respiro e il rilascio energetico attivano una risposta biologica profonda che ci riconnette con le nostre radici orgasmiche e con la vita stessa. La Meditazione Dinamica ci porta nelle nostre profondità e scuote l’inconscio lasciando emergere molte cose che sono state sepolte e nascoste e spingendoci verso le nostre vette interiori illuminate dal sole.

Usata da sola o in combinazione con una psicoterapia verbale o orientata al corpo, la Dinamica approfondisce qualsiasi processo di ricerca interiore e può risvegliare in noi il desiderio di scoprire la verità dell’essere.

(tratto da http://www.oshopulsation.com/article—pulsation-and-dynamic-meditation.html)